Il Match

CICRAM, COSI’ NO!
Il Cicram perde la testa ma non il carattere.
2-2 con il Caprarola.
Non siamo imbattibili e lo sapevamo, ma la partita disputata contro il Caprarola non è stata degna della prima della classe. Le continue proteste verso l’arbitro, polemizzare contro gli avversari che in questo sono maestri, e il non incoraggiamento verso il proprio compagno, riportano non solo il Cicram con i piedi per terra, ma indietro di qualche campionato fa.
Tutti si devono fare un esame di coscienza e  capire dove si è sbagliato. Forse la troppa sicurezza acquisita in queste prime sette partite, ha creato una mentalità superficiale con un atteggiamento di supponenza che non è di questa squadra.
Questa partita vale più di una sconfitta, perchè anche se abbiamo raggiunto un pareggio con un grande carattere, ha disintegrato quello che di buono abbiamo fatto finora, offrendo al nostro pubblico uno spettacolo indecoroso fatto di urli, grida e litigi.
Non siamo questi e così non va!
Analizzando la gara meritavamo di perdere. Si, il Caprarola ha fatto tre tiri in porta, ma è venuto a fare questo tipo di partita, anche perchè non potevano fare di più essendo in undici contati,  con molte defezioni. Abbiamo giocato male in ogni settore del campo senza colpevolizzare chi è sceso in campo ma facendo una giusta critica nei confronti di tutti.
Ora si deve andare avanti più convinti di prima sapendo che l’insidie sono in ogni partita e che oramai tutti ci aspettano, consapevoli che chi ci insegue ha preso una passo spedito (A.Falisco batte 3-1 l’A.Viterbo).
Quello che fa ben sperare è il carattere di questa squadra che anche in una giornataccia ha cercato sino all’ultimo secondo di vincere.
Ora più uniti che mai, soffrendo e gioiendo tutti insieme, ritrovando  il nostro spirito di squadra!
Il Matchultima modifica: 2008-12-08T10:19:13+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Il Match

  1. bravo renato,analisi giusta io per primo cerchero’ di limitarmi nelle proteste,ma un derby è sempre un derby,l’importante è riprendere il cammino umili e compatti siamo imbattuti e primi con un buon margine,domenica si va a vt per vincere ed andrea mi ha detto che si vuol riscattare subito e noi gli daremo subito la possibilita’, mercoledi lo alleno bene per fargli riprendere la fiducia dei propri mezzi,è forte giovane ed un ragazzo splendido si rifara’ sicuramente,l’ unica cosa che non voglio piu’ sentire in mezzo al campo è che tra di voi vi mandate a quel paese o qualcuno dia lezioni di tattica in mezzo al campo siete tutti uguali,a buon intenditor poche parole.forza rega’ che siamo i piu’ forti non dobbiamo temere nessuno.

  2. Bene così, adesso comincia l’esame di maturità. Se nonostante stiamo a +4( o non lo sò) e primi da soli , ancora imbattuti, riusciamo a rovinare tutto allora era solo un fuoco di paglia. Questa prova doveva arrivare e dobbiamo superarla, anzi il brutto è passato e da domenica si ricomincia………sotto a chi tocca!!!!!!

  3. Bene così, adesso comincia l’esame di maturità. Se nonostante stiamo a +4( o non lo sò) e primi da soli , ancora imbattuti, riusciamo a rovinare tutto allora era solo un fuoco di paglia. Questa prova doveva arrivare e dobbiamo superarla, anzi il brutto è passato e da domenica si ricomincia………sotto a chi tocca!!!!!!

  4. Mi ero ripromesso di non scrivere piu’ ma mi ritrovo costretto a farlo.
    Certo è che le mie fonti hanno il minimo dell’affidabilità,ma mi risulta che mister e presidente non abbiano capito il senso di quello che domenica è successo a FINE PARTITA negli spogliatoi.
    Camedda non ha svalvolato,ha solo fatto presente ad un compagno di squadra, che quando si gioca,soprattutto se si perde e si riceve una critica(giusta o ingiusta la critica in quel momento non ha motivo di esistere e quindi chi critica sbaglia)non bisogna iniziare a strillare”MISTER FAMME SCAPPA'” ma in quel momento bisogna far finta di non sentire la critica.
    Poi ho constatato che il compagno di squadra non ha gradito il mio appunto e… pazienza…lui è convinto di aver fatto bene e io rimango convinto che dovevo mostrargli il mio disappunto.

  5. concordo con il mister le critiche quando giochiamo non si devono fare,poi noi che stiamo a fare in panchina o agli allenamenti o al csi o a fare le tute le maglie e quant’ altro ,chi gioca facesse il giocatore e basta questo vale per tutti,polemica chiusa avanti domenica per far vedere a tutti che è stato solo un incidente di percorso.

Lascia un commento