Il Match

Il CICRAM NON SA PIU’ VINCERE.
IL SOGNO SI ALLONTANA.
Altro 0-0 e ora il primato è in pericolo.
Quello che tutti non avremmo voluto purtroppo è accaduto. Terzo pareggio consecutivo. Addio sogni di gloria? Sembrerebbe proprio così ma nel calcio non si sa mai e quello che sta succedendo a noi potrebbe accadere agli altri. Vero è che siamo in un momento difficilissimo di risultati e di prestazioni, ma quello che purtroppo conta a 4 gare dalla fine è la sterilità in fase offensiva con la conseguente mancanza di vittorie. Anche se gli altri giocano male e se segnano all’ultimo minuto, comunque portano a casa l’intera posta. E chi vince sicuramente merita. Il resto sono chiacchiere. Facendo una disamina delle ultime 5 gare, a parte quella con il Sassacci, abbiamo realizzato due reti(1-falisco e 1-Sevas, ndr) e questo la dice lunga sulle nostre possibilità di conquista del titolo. Forse trovarsi sempre in testa e arrivare fino alla fine in questa posizione, ha portato ad un logorio generale scaturendo una tensione psicologica dalla quale è emersa una pericolosa paura di vincere. Sia chiaro, nulla è deciso, ma queste restanti 4 partite devono essere affrontate diversamente da parte di tutti e ognuno di noi deve essere leale prima con se stesso e poi con la squadra. Tante domande ognuno di noi si è posto dopo queste ultime partite: gli 11 schierati meritano veramente il posto da titolare? Non sarebbe meglio cambiare qualcosa per dare una scossa? Chi è sceso in campo ha dato veramente tutto? E se no, perché sta tirando il fiato o non gliene frega niente degli altri che questo campionato lo vogliono vincere?
“Una cosa personalmente la dico io: magari la sera prima della partita sarebbe meglio non fare troppo tardi così la mattina alle 10,00 almeno uno riesce a capire dove si trova. E questo è grave soprattutto per coloro che stanno fuori che magari a cena mangiano poco per poter poi fare una bella partita qualora fossero chiamati in causa. Per raggiungere degli obbiettivi servono dei sacrifici; se uno di noi non li fa in questo momento vuol dire che non potrà mai far parte di una squadra. Venerdì sera era stato programmato un allenamento; al campo erano presenti 7 persone, di cui 3 vengono schierate sistematicamente in panchina. Gli altri fenomeni dove erano? Avevano freddo? Avevano i figli che piangevano l’assenza del padre? Stavano giocando a figurine? Ho avevano paura di prendere qualche strappo? Così non si va da nessuna parte.”
Ora raccogliamo le ossa rotte, diamoci una sistemata e ripartiamo sapendo che quasi sicuramente saremo noi a rincorrere, cercando di far cambiare questo vento gelido che ci ha fermato il sangue. Ieri abbiamo dato tutto quello che avevamo, almeno lo si spera, e prima o poi riprenderemo la retta via. Speriamo che non sia troppo tardi!

Il Matchultima modifica: 2009-03-23T10:42:51+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

28 pensieri su “Il Match

  1. Gli allenamenti il venerdi’ organizzateli per bene,se più di 7 vi hanno dato la loro adesione..è un problema da risolversi con chi ha dato buca.
    Se già il mercoledi’ uno non viene…è difficile che venga il venerdi’.
    Io ho sempre dato per impossibile la mia presenza il venerdi’.
    Se volete…tutte le sere ci possiamo allenare alle 21:00,io sono disponibile.
    Se a casa vostra fate come cavolo vi pare…non potete pretendere che anche a casa degli altri la situazione sia la stessa.

    P.S Il sottoscritto ci mette 2 giorni a smaltire l’acido lattico post partita e post allenamento,il martedi’ mattina e il venerdi’ ancora zoppica…(se i polpacci d’oro stanno bene).

  2. MI ARRENDO. Hai vinto anche qui.
    Non avere la coda di paglia ma degli allenamenti di venerdì non era riferito a te visto che ne mancavano almeno 13 di cui molti senza prole.
    Poi è stata una mia riflessione personale visto che a due metri dalla meta si preferisce la piscina o su e giù con la macchina, invece di stare con il gruppo. Affermo ciò perchè ho la sicurezza di quello che dico.
    se avessimo il fiato che abbiamo sul blog aivoglia a vincere.

  3. ma invece di chiaccherare perche’ non correte in mezzo al campo e date tuto quello che avete,io quando giocavo me dovevano spara’ per fermarmi cecio testimone o sesto o pesci,e non abbiamo mai lottato per vincere figuratevi in quel contesto,comunque è un campionato di alta qualita’ e di conseguenza visti i grossi sacrifici economici fatti dal sottoscritto da adesso mi comportero’ di conseguenza,vi faccio un piccolo esempio ho offerto la cena come avevo promesso,be’ solo 4 o 5 persone hanno ringraziato il resto ha preso mangiato e chi si è visto si è visto,complimenti davvero,da qui la dice lunga sul rispetto e la gratitudine per chi f tanto per voi e farvi divertire.

    Scritto da : IL PRE | 23/03/2009

  4. Pre, siamo alla frutta anche dai discorsi che si fanno.
    Però Pre, personalmente, e te lo dico oggi, penso che questo campionato lo vinciamo perchè qualcosa mi dice questo, poi ne riparleremo.Se non succederà vorrà dire che non c’ho capito niente e che è ora che vado a fare un’altra cosa. Io non sono troppo deluso perchè oggi siamo questi e di più non possiamo dare. Sia chiaro parlo di quelli scesi in campo dal falisco a ieri, tranne Sassacci.
    Concordo con Riccardo su tutto, e te lo dice uno che non ha saltato nè un allenamento e nè una partita. Non ci avrò un cazzo da fare, però mi sono preso l’impegno e amo questa squadra come quei sette coglioni di venerdì sera(Paolo, Cotti, Riccardo, Danilo + tre titolari+il mister). E io l’impegno lo porto fino all’ultima giornata, anche se non dovessi giocare. Lo facevo anche lo scorso anno quando eravamo a metà classifica.
    Ci stiamo sparando sulle palle da soli. Il Falisco non aspetta altro.
    Penso che questo blog sia un’arma a doppio taglio, alimenta polemiche tra noi e basta. “Al 28′ min hai detto quello, hai sbagliato tu prima di me ecc.eccc…..”
    Da questo momento il sottoscritto farà il silenzio stampa.
    A volte è servito a vincere, vedi 1982.
    Io ci credo ancora, perchè non ho mai vinto un cazzo e a 35 anni voglio vincere sto campionato. Guardiamoci in faccia, prendiamoci le nostre responsabilità e andiamo a testa alta. Se gli altri le vinceranno tutte… Onori!

  5. Mah…sui discorsi …parlate parlate invece di correre in mezzo al campo….lasciano il tempo che trovano.
    Qua a rompere il cazzo…senza poi ottenere il mio scopo…sono quasi esclusivamente io…che pero’ (almeno questa critica non mi è mai stata posta),tranne per domenica scorsa,se si tratta di correre lo faccio.

    Il fatto che ognuno vede solo ed esclusivamente il suo punto di vista.

  6. renato lo dici ad uno che ci mette anima e corpo e soldi,io amo questa squadra e ognuno di voi,mia moglie si incazza quando arrivo a casa nero per il cicram,ma io sono fatto cosi se qualcosa non va mi incazzo e basta,l’unica cosa che voglio è l’armonia tra compagni nel bene e nel male ,non ti preoccupare che anche il falisco ha i suoi problemi,io parlo in faccia con tutti sono 2 giorni che ricevo telefonate e faccio lo psicologo maproprio perche’ voglio bene a tutti,io sono sicuro che faremo 59 punti poi vedremo che succede,a camedda dico solo una cosa mi pare che te piangi troppo addosso,sul personale qui nessuno ci vuole entrare si parla di squadra e basta poi ognuno di voi sa cosa fare e dire.

  7. Io mi piango addosso?
    Io non cerco di dare le colpe sempre a qualcuno.
    Io una volta ho sbagliato a parlare a caldo a fine partita(con D’Ambrosio),ho sbagliato,sono stato ripreso e NON L’HO PIU’ FATTO.
    A CALDO BISOGNEREBBE STARE ZITTI E NON CERCAR COLPEVOLI….COME ULTIMAMENTE SEMPRE ACCADE.

  8. Ciao a tutti,se posso dire la mia,penso anch’io che questo campionato lo vinceremo!perchè si!non so perchè ma perchè si!è tutto strano non capisco,prima non volevo giocare in porta per nessun motivo ora mi rendo conto che la porta è il mio unico posto in questo NOSTRO campionato e che darò tutto sia in allenamento che in partita e non voglio vedere mai più raccogliere il pallone nella nostra porta CAZZO per nessun motivo spero!so che la colpa di tanti punti persi e di incazzature è la mia,ma ora è inutile piangermi addosso,potevo pensarci prima invece di fare il coglione come ho fatto!e ora che io cominci a dare il mio vero contributo alla squadra!ora siamo lassù,dobbiamo vincere e vinceremo!poi è come dice Renato se gli altri faranno tutte vittorie tanto di cappello,ma quelli più forti siamo sempre noi e nessuno e dico nessuno potrà mai metterci i piedi in testa!dopo tutto quello che abbiamo passato insieme,non mi pare proprio il caso di mollare quindi anche se so che questo commento servirà a poco,IO CI SONO CON TUTTO ME STESSO E SPERO CHE SIA COSì PER TUTTI!sono stato ad ascoltare di tutto da prese per il culo perchè gioco con i bonvecchi ad altro ma ora è il caso di far vedere a tutti di che pasta siamo fatti e di dimostrare che i ”bonvecchi”sono l’unica squadra che a Ronciglione vincerà qualcosa!sfido chiunque a dire che c’è meno calcio in tutti noi che nelle altre categorie!scusatemi tanto per lo sfogo!VINCERE VINCERE e soltanto VINCERE!

  9. ho fatto notare quelle cose con l’intento di recuperare il gruppo che ci ha contradditinto fino ad ora.ho fatto tante volte a capocciate con “gigi” per fargli capire che per vincere il campionato non servono solo le undici persone che lui ritiene forti e in grado di vincere ma serve un gruppo unito,serve l’amicizia serve la voglia di sostenersi a vicenda come è stato con alti e bassi fino a tre mesi fa.sembra una cazzata ma secondo me è il gruppo e l’ambiente sereno a vincere non solo gli undici che vanno in campo ma per fare un gruppo ed un ambiente sereno ognuno ha bisogno di sentirsi protagonista.purtroppo non ci si sente protagonisti a fare la panchina per un anno intero ed a giocare a spezzoni a metà campionato per poi finire in soffitta alla fine.così il giocattolo si rompe e soprattutto si rompono i coglioni coloro che amano il cicram,come me,e vogliono vederlo in alto.per me vincere il campionato csi è come vincere la coppa del mondo e vi assicuro che aver dato tanto alla squadra e sentirsi messi da parte fà molto male.voi continuate a parlare di parole dette o non dette di insulti o parole a caldo ma gli ultimi risultati sono il frutto di un ambiente destabilizzato e apatico.vogliamo provare a vincere il campionato??allora torniamo a dare il ruolo daprotagonista ad ogni membro della squadra torniamo ad essere squadra e soprattutto torniamo a divertirci come è giusto che richeda un campionato amatori.

  10. Purtroppo quello che è mancato nelle ultime partite è stato lo spirito di squadra. Quello che mi ha fatto appassionare alla vostra squadra e mi ha spinto a sostenervi, ME, che di calcio ne so poco o niente e non lo avevo seguito mai se non per i mondiali, è stato vedervi divertire in campo, dare l’anima, mi sentivo coinvolta nelle emozioni che sentivo dagli spalti. Da un pò di partite, non so perchè, questo è venuto meno, è come se avete perso quell’entusiasmo tipico del “SABATO DEL VILLAGGIO”. L’attesa di un evento più grande di voi: la vittoria del campionato vi ha galvanizzato per mesi e sembra che ora che il sogno si sta per realizzare, voi abbiate perso l’entusiasmo dell’attesa.
    Tornate a divertirvi, eliminate le polemiche sterili, non cercate capri espiatori, decidete insieme, in democrazia, prima della partita, assumendovi tutti le responsabillità di ciò che si decide, indipendentemente dal risultato e vinceremo questo campionato!!!!!! La vostra più grande fan!!!!!!! Alessandra

  11. « Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di novemila tiri. Ho perso quasi trecento partite. Trentasei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto. »
    Che l’insegnamento di Michael Jordan vi serva di lezione. Nulla è perduto. In bocca al lupo

  12. Ciao Alessandra…prima di tutto grazie.

    Il problema è che quando tutto va bene,la musica copre qualsiasi scricchiolio,mentre quando qualcosa si inceppa e la musica non c’è più gli scricchiolii si sentono tutti.

    Basterebbe ricominciare a suonare.

Lascia un commento