Il Match

 IL CICRAM REGALA IL PAREGGIO!

1-1 contro un modesto Vignanello, il primo rammarico della stagione .

L’ASD CICRAM Ronciglione inzia la nuova stagione con un pareggio che lascia l’amaro in bocca per aver subito il gol a pochi minuti dalla fine ed aver sciupato molte occasioni. Dall’ottimo primo tempo dei ragazzi di Ronciglione che hanno messo in forte difficoltà un Vignanello zeppo di giovani, di contro un secondo tempo a corrente alternata con plateale calo fisico e mentale nel finale, quando il risultato sembrava già in cassaforte. Ma si sa nel calcio quando sbagli tanto anzi troppo poi vieni castigato,  e così oggi è stato regalato al Vignanello, che nell’arco della partita ha effettuato tre tiri tre negli ultimi 12 minuti, un pareggio ormai insperato. Ma la squadra ha dato dimostrazione di forza e tecnica soprattutto nel primo tempo quando ha giocato veramente bene e forse doveva chiudere subito il match. Poi si sa la tenuta atletica, un po’ di nervosismo, la girandola delle sostituzioni chiaramente hanno fatto il resto. Certo è che l’impegno c’è stato e pretendere di più in questa primissima fase del campionato sarebbe esagerato. Chiaramente è lampante la differenza di condizione tra chi sempre si è allenato e chi invece per un motivo o per l’altro ha saltato molte sedute, rendendo la squadra poco equilibrato soprattutto nella fase finale della partita. Un attacco e una difesa eccellenti mentre un centrocampo poco incisivo e mai veramente padrone del gioco.

1° Tempo: Primi minuti di studio da parte delle due squadre ma il Cicram inizia con delle manovre laterali ad aprire i fianchi della squadra avversaria. Al 10’ il Cicram vicino al gol con una palla in profondità di Bianchini per Di Stefano, che regala di testa un assist per Olaru che a due passi dal portiere mette fuori. Olaru si sempre lui, croce e delizia, genio e sgregolatezza. Quando le cose sono facili le fa difficili e viceversa. Così anche al 20’ quando riceve palla da Aramini al limite dell’aria fa scoccare un diagonale da urlo che porta in vantaggio il Cicram. I locali si sciolgono e iniziano a prendere inziativa prima con Bianchini, poi con Lacatus con una retroguardia che non concede nulla. Il Vignanello si fa vivo solo con delle punizioni dalla trequarti ma Nocera, al suo debutto con la maglia rossoblù, non deve mai intervenire se non per raccogliere la palla a fondo campo. Si va al riposo con il parziale di 1-0.

2° Tempo: Il Vignanello inzia mettendo dentro tre punte e si dimostra subito più aggressivo, mentre ritmo più blando per il Cicram che crede nel contropiede la sua arma migliore. La partita è  più equilibrata rispetto al primo tempo ma è il Cicram a rendersi pericoloso prima con un tiro centrale di Di Stefano e poi con le solite scorribande di Olaru. Si inzia con le sostituzioni e al 65’ fa il suo esordio Gabriel Valentin che si presenta subito con un calzettone color verde ramarro e poi con un errore da pochi passi, mettendo fuori una palla che sembrava già in gol. Da questo momento il Cicram inizia a scricchiolare, perde compattezza a centrocampo e il Vignanello sposta in avanti il suo baricentro. Al 70’ il Cicram si fa trovare scoperto sulla zona centrale e solo un superlativo Nocera nega il gol agli avversari. Subito dopo stessa azione del Vignanello ma il loro attaccante mette fuori. Il gol è nell’aria e infatti al 73’ arriva il pareggio degli ospiti: grande cross del n° 7, Baldini all’interno dell’area piccola respinge di testa ma la palla carambola sui piedi del n° 9 che mette dentro la più beffarda delle palle. Finisce 1-1. Grande rammarico dei campioni in carica che non si dimostrano tali nel finale di partita.

Il Cicram non inizia da dove aveva lasciato ma niente drammi è stato, speriamo, solo un incidente di percorso. Ha subito la possibilità di rifarsi sabato con il Deportivo Masticoni che ha pareggiato 0-0 con il Corchiano mentre l’A. Falisco ha battutto 2-0 il Sassacci.

Infine vorrei aggiungere un nota: il blaterare in campo e a fine partita di chi non si è visto mai o poco quest’anno non è sinonimo di spirito di squadra. Ritroviamolo così ritroveremo i successi.

 

Il Matchultima modifica: 2009-10-12T17:36:24+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Il Match

  1. ottimo esame della partita, forse nel secondo tempo volevamo troppo trovare il secondo gol e ci siamo allungati.
    Forse più 2 punti persi che 1 uno guadagnato, però va bene così forse bisogna trovare la quadratura di un cerchio che in questa fase è ancora sconosciuta (un pò per la forma un pò per il gioco)

  2. dal commento del mister a qualcuno di voi,mi è stato detto quello che ha scritto renato,un pareggio ci puo’ stare ma non ci sta la polemica si accetta il risultato e basta,ripeto da tanti osservatori del calcio nostrano si è detto e ripetuto che questa squadra farebbe bella figura in prima categoria,e io sono pienamente daccordo, ma le vittorie vanno conquistate sul campo e non a chicchere nessuno ci regala niente,dunque da sabato voglio 3 punti e niente chiacchiere e da sabato ci saro’ anche io,ad incitarvi come sempre.l’imperativo è vincere non abbiamo scampo.fatelo!!!!!

  3. Niente drammi! A parer mio uno dei migliori primi tempi degli ultimi due anni. Certo il calo del secondo tempo deve far riflettere e per questo spero che abbiamo capito la lezione non facendo più capitare di disputare un allenamento in 9. Gli impegni personali e familiari proprio di mercoledì quando c’è l’unico allenamento?Se si fa parte di una squadra bisogna impegnarsi e cercare di essere presente. Sarebbe gentile da parte di colui che non può partecipare, farsi vedere al campo e portare a conoscenza di tutti il suo forfait, così gli altri si sentono meno coglioni. A me è stato insegnato così e non ho giocato in serie A.
    Detto questo… a mercoledì.

Lascia un commento