IL MATCH

 

ANCHE SENZA STIMOLI

IL CICRAM VINCE

 

 

Nella splendida giornata di sabato il Cicram consolida ancora di più il suo primato senza grandi sforzi battendo per 3 a 0 un Sassacci mordente ma scarsamente pericoloso.I ragazzi di mister Capaldi si presentano in formazione rimaneggiata causa squalifiche ed infortuni e soprattutto senza stimoli vista la vittoria del campionato già assicurata da tempo.Con il minimo sforzo ottengono il massimo beneficio.

Il Cicram parte bene seppur con ritmi molto bassi non da prima della classe.Pronti via e subito si rende pericoloso prima con Modanesi,lanciato a rete da Di stefano,poi con quest’ultimo che calcia a lato dopo essersi liberato abilmente al tiro.Ma il vantaggio non tarda ad arrivare;infatti Clementi si avventa su un pallone a campanile poco lontano dall’area di rigore lanciando a rete Modanesi che con un colpo di esterno destro trafigge l’incolpevole portiere avversario,0-1.Il Sassacci non riesce proprio a reagire e per tutto il primo tempo rimane stretto in assedio nella sua metà campo.Si vedono buoni scambi sull’asse Modanesi – Di stefano ma anche sulle corsie laterali ma l’attacco del Cicram non sembra particolarmente concreto a causa della scarsa concentrazione in fase realizzativa probabilmente dovuta ad un senso di rilassatezza ed alla consapevolezza della propria forza.Nocera fa lo spettatore non pagante per tutto il primo tempo limitandosi ad interventi di ordinaria amministrazione. Servirà un assist  per il capoccione di Di stefano su punizione del grande Ribelli per portare il Cicram sullo 0-2.Poi più nulla prima del riposo.

Il secondo tempo vede un Sassacci estremamente offensivo pronto ad attaccare il Cicram addirittura con quattro dei suoi uomini sul versante offensivo.L’offensiva del Sassacci si intensifica impegnando solo un po’ più intensamente il grande Nocera il quale mostra le sue grande abilità solo in un’occasione di particolare rilievo sventata con una grande parata.L’attacco del Sassacci però rimane pressoché sterile nonostante il grande impegno ma cosa ancor più grave è che il Cicram con l’ingresso in campo di Olaru, che va a sostituire Di stefano,non riesce più ad incidere come nel primo tempo determinando l’amarezza di Modanesi che si vede spesso ignorato sul fronte offensivo dal compagno di reparto tutto preso a intraprendere azioni personali alla disperata ricerca del goal.Goal che alla fine Olaru riesce a realizzare soddisfando la sua fame agonistica.

Un Cicram spento riesce ad ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo contro una compagine nettamente inferiore sotto il profilo tecnico ma sempre rispettabilissima.Ci sta la partita senza stimoli,ci può stare l’insistenza sul gioco individuale con il titolo già in tasca ma spero solo che quello visto sia un atteggiamento dovuto alla sicurezza della vittoria già acquisita e non sia invece il sintomo di una squadra  stanca senza più voglia di divertirsi giocando a calcio.Ricordiamoci che le finali sono alle porte e non è certamente questo il momento di mollare.

 

IL MATCHultima modifica: 2010-04-12T11:51:22+02:00da riccardome
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “IL MATCH

  1. voglio precisare una cosa senno’ mi sembra diventato un tiro al bersaglio,olaru è entrato il 2 tempo e pronti via ha servito tre palle in mezzo all’area,da li in poi tutti e dico tutti venivate avanti x tirare in porta,lasciando modanesi solo sulla sx,dunque eviterei di incolpare sempre olaru,ricoradndovi che x tutto il campionato oltre l’attaccante ha fatto spesso e volentieri il difensore aggiunto,coprendo i compagni che si fermavano su nell’area avversaria.

Lascia un commento