Il Pagellone di Flavio!

Nocera 8+ – Numero uno in tutti i sensi, esempio di correttezza e sportività, una stagione giocata tutta a livelli altissimi, mai una sbavatura (aspettavamo il pennuto che non si è materializzato). Si è integrato perfettamente, in un gruppo affiatato, al primo colpo. Anche nelle partite in cui è poco impegnato riesce a mantenere la lucidità e a farsi trovare sempre pronto, magari con un volo decisivo o con un riflesso felino. Invalicabile.

Falloppa Buffon 7 – Stagione di difficile classificazione, inizia ai margini un po’ per scelta ed un po’ per volontà propria però è sempre presente e disponibile a mettersi in gioco. Fa parte del gruppo dei sempre presenti e questo gli rende onore. Desaparecidos

Patriarca 7 – Si presenta ad Acquapendente per la prima volta giocando la partita decisiva che fa vincere il primo trofeo di stagione. Dopo qualche mese, si ripresenta causa nozze di Nocera, e non sfigura affatto. Infine nella partita della matematica certezza del titolo salva il risultato sul 3-2 con una magistrale prodezza. Poche presenze ma molti fatti. Gigante.

D’Ambrosio 7,5 – Mezzo voto in meno per le assenze forzate causa dentista specialmente il mercoledì. Dove non arriva con i piedi arriva con la testa o con la determinazione. Un motorino di fascia sempre a livelli costanti, sempre al massimo. Da quando torna a casa presto il sabato fa stare tutti più tranquilli ed è tra i più continui del gruppo. Gladiatore

Moretti 7 – L’istituzione della squadra, mai una polemica, mai una critica. Sempre presente non si tira mai indietro e da senatore accetta qualsiasi decisione facendosi trovare pronto in tutte le situazioni in cui scende in campo. Inutile negarlo ma tutti nella squadra vorrebbero seguire le sue orme, tenendo testa a ragazzi di molto più giovani. Peccato per il rigore sbagliato, ma la sua torta è già piena di ciliegine. Il freddo.

Ianicali 7+ – Capoccione in tutti i sensi, sia perché di testa è imbattibile, sia perché è testardo come un mulo. Comunque è indiscutibile la continuità del suo rendimento, sia quando a suo dire è acciaccato, sia quando sta bene, gioca sempre a ottimi livelli ed è un altro che non polemizza mai anzi accetta ogni scelta del mister, soprattutto quando non vorrebbe entrare mai il mister lo butta nella mischia a forza. Irremovibile

Di Mattia 8 – Inizio di stagione fenomenale soprattutto quando la squadra, nella partita delle partite, passa al nuovo modulo mai provato prima con tre difensori. In questo assetto lui si trova a meraviglia comandando a bacchetta quella difesa che è stata la roccaforte per l’inizio poco spumeggiante di inizio campionato. Nella fase centrale del torneo diviene il perno insostituibile della squadra. Nel finale di stagione, come ovvio, un calo fisico che ne determina qualche imperfezione nelle performance ma la sua abnegazione e l’attaccamento ai colori sociali ne fanno un esempio. Brontolo.

Mengoni 6,5 – Stagione in crescendo, si presenta ai nastri di partenza non al top, ma con costanza riesce a guadagnarsi piano piano gli spazi che giustamente gli spettano, facendo sempre la sua parte. Sempre tra i più presenti se il gruppo è unito è anche merito di persone come lui. Collante.

Baldini 8 – L’uomo di fascia. Forse è l’uomo in più della squadra, può giocare sia a tre che a quattro che a centrocampo, col suo mancino è sempre pericolosissimo e più di altri avrebbe meritato il gol in questo campionato. Inutile soffermarsi sull’attaccamento alla squadra o al gruppo, questa stagione è stato decisivo sia in campo che durante la settimana, la fascia del capitano è stata meritata. Una stagione sempre da protagonista a livelli stratosferici fermata soltanto nelle ultime partite per qualche acciacco, ma per chi non toglie mai la gamba sono i rischi del mestiere. Sergente di ferro

Camedda 8,13 – Doveva riscattare la stagione scorsa dove qualche infortunio lo aveva tenuto ai box per troppo tempo; inutile dire che ci riesce alla grande, anzi sul finale del campionato è tra quelli più in forma. Prestazioni sempre impeccabili arricchite anche da qualche gol come soddisfazione personale. Fondamentale per l’apporto sia a centrocampo che a protezione della difesa. Motorino

Lacatus 8,5 – La sorpresa più positiva della stagione, aveva dato segnali confortanti la scorsa stagione, ma la forza e potenza e più di ogni altra cosa la costanza mostrate in queste partite sono veramente impressionati. Un mastino instancabile del centrocampo pronto a dare una mano a tutti i reparti, inutile aggiungere altro: Straripante.

Federici 6,5 – Al contrario di Lacatus la delusione..ahahahah (si scherza eh). Arrivato in punta di piedi si è integrato perfettamente nel gruppo per una stagione sicuramente transitoria,alla ricerca della forma, alla quale deve seguire una stagione da protagonista. Le qualità ci sono tutte per far bene (du palle cò le finte del mercoledì sera) restiamo in attesa. Goudot.

Samà 6+ – Stesso discorso di Federici, purtroppo anche per lui stagione segnata da continui acciacchi e da un ginocchio ancora malconcio, anche se nelle partite in cui è sceso in campo non si può criticare nulla, sicuramente le sue qualità sono altre e da lui ci si aspetta qualche gol e non le punizioni stile “stella azzurra”. Da rivedere la sua ginocchiera stile via Gradoli. Trans-sitorio.

Ribelli 7,5 –Prima parte della stagione leggermente al disotto della passata dove fatica ad ambientarsi al nuovo centrocampo. Dal ritorno invece è un crescendo continuo sviolinando forse la prestazione migliore proprio nella trasferta di Rignano. Giustamente quando il gioco si fa duro ….

Bianchini 7 – Assente giustificato nel finale della stagione, forse poteva essere più presente nella prima parte, anche perché quando c’è si nota la presenza. Va bene ugualmente anche perché ha altre cose belle a cui pensare ed altre gatte da pelare come i matti calcetto fili. Ausiliario

Aramini 8 – il perno del centrocampo, questa stagione stranamente anche più silenzioso del solito, forse a volte essere a corto di fiato giova a qualcosa. Però nel mezzo è fondamentale e sulle prestazioni ci si può mettere la mano sul fuoco. Anche lui ai box per lungo tempo causa infortunio, dimostra le sua capacità anche come mister in seconda. Vigile

Olaru 8+ – Moto perpetuo tra attacco e centro. Garanzia di continuità, gioca sempre ad alti livelli anche se spesso si intestardisce in azioni personali alla ricerca del gol, ma soltanto per il sacrificio e la voglia che mette in ogni partita a lui si può perdonare tutto, del reparto di attacco è quello che si sacrifica sempre e spesso ritorna a dare una mano anche in difesa. Inesauribile

Clementi 6+ – Nonostante sia chiuso da un attacco formidabile riesce anche lui a timbrare il cartellino in più di una occasione, anche lui tra i sempre presenti merita un plauso per la volontà dimostrata e una tirata d’orecchie perché spesso quest’ultima non è accompagnata dalla convinzione e dalla grinta necessaria vista la concorrenza agguerrita. Timoroso

Di Stefano 8,5 – L’attaccante di peso di quelli vecchio stile, di quelli che tornano poco ma che da soli tengono occupato un reparto intero. Probabilmente è il fulcro intorno al quale ruotano le offensive d’attacco e spesso accorda gli assoli del tridente. Fondamentale

Modanesi 9 – Il bomber, ruolino impressionate, oltre un goal a partita come media, inutile dire che è di un’altra categoria, perché è nostro e ce lo gustiamo noi!!!! Mai una prestazione sotto le aspettative o una partita presa sotto gamba per lui ogni partita è una missione e la missione va vinta. Cobretti

Mister Capaldi 10 – Nonostante la rosa lunga, le mancate convocazioni, riesce a mantenere tutti concentrati e fare spesso turn-over per quanto possibile visto le soventi assenze forzate. Dopo il successo della scorsa stagione e la partenza rallentata in molti non avrebbero scommesso sul panettone, invece si regala panettoni, pandori , colombe e in mezzo ci mette anche una cicogna, ad oggi è l’unico mister titolato di tutto Ronciglione e gli altri a ZERU TITULI!!!  

Pre spettatore 10 – Alcune considerazioni personali rivolte amichevolmente verso il malaugurato direttore di gara potrebbero a buon diritto rimanere negli annali del bar dello sport, vederlo in tribuna sotto zero è qualcosa che scalda il cuore a tutti quelli in campo.

Pre dirigente in panca 10 – Alla SNAI lo davano come probabile squalificato a 1.05, invece lui stocamente emhh stoicamente resiste, anzi a volte dispensa addirittura buone azioni.

Nasdaq 10 – A sottolineare l’unione del gruppo, sempre presente sia in casa che fuori, si trasforma addirittura in allenatore in seconda nella difficile trasferta di Rignano. Come tesoriere non se lo fila nessuno, ma come supporter è il numero uno.

Occhio di falco Clementi Father 10 – Ormai lo cercano nelle serie alte come sbandieratore professionista per via della precisione delle sue chiamate, purtroppo è troppo onesto per arbitrare in serie A. Impagabile.

Il Pagellone di Flavio!ultima modifica: 2010-04-20T23:29:40+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

33 pensieri su “Il Pagellone di Flavio!

  1. in mezzo a tutte queste lodi vorrei tirar fuori una piccola polemica,mai e poi mai nella storia del calcio pagellato qualcuno aveva preso un 8,13…..guarda un po è camedda….hahahahahaahahahh damolo al s.faustinoooooooooooo,a noi ormai nun ce serve uno che pia voti con i decimali…hahahahahahh camedda ti amooooooooo

  2. Cari ragazzi,
    mi voglio complimentare con voi per l’ennesimo trionfo. Ho seguito con enfasi tutto il campionato e devo dire che quest’anno il mio ragazzo è stato bravo. Sandrino mio! Quando questo ragazzo non è afflitto dai suoi polpacci, è ancora un grande atleta capace di dare un apporto fondamentale a chi purtroppo non ce la fa più come Costeletta e Samà.
    Inoltre già a gennaio con i suoi calcoli di probabilità ci disse chi avrebbe vinto il titolo e con quanti punti. Prendete esempio da lui così farete tanta strada.

  3. stasera chiamo il csi ma da quanto detto da giggi il campionato a frosinone finisce la fine di maggio,dunque presumo che si giochi subito dopo,a questo punto direi di prenderci una 15 giorni di riposo dopo un campionato lungo e dispendioso,fare tutti insieme un programma di allenamento di 2 volte a settimana a partire da meta’ maggio anche x ricaricare le pile e recuperare acciacchi vari cosa ne dite?

  4. Questa sera ci sono stati gli allenamenti: presenti sama’-mengoni-modanesi-costoletta-lakatus-clementi! e gli altri?
    dove sono? e volete andare a fare le finali?con che cosa? a kick-off? o word-cup 90′? Se a casa avete un atari portatelo che intanto lo proviamo per le finali!Oppure che dire,lo avete il game boy con il cavetto? possiamo fare le finali a tetris!!!Basta che ci si organizza,e poi vediamo con quale console possiamo fare le finali! Ricordatevi pero’ di portare il joi-pad!Se qualcuno ha una playstation 1 la puo’ portare!

  5. io parto x 4 giorni,quando torno facciamo una bella riunione con tutti e decido io gli allenamenti,chi viene va a fare le finali,chi non viene almeno’ che mi dimostra che quel giorno aveva impegni improrogabili sta a casa,visto che io voglio arrivare fino in fondo e non capita tutti gli anni di arrivare alle finali,l’impegno finisce quando la stagione è chiusa.

  6. Solo 1 si puo’ “giustamente” lamentare delle assenze di Di Mattia,Baldini e Camedda… e questo è Marcello.
    Spero che sia stato lui a scrivere il messaggio.
    Questo perchè oltre a presentarsi agli allenamenti bisognerebbe anche allenarsi.
    Personalmente non mi sento assolutamente in difetto ho giustificazioni in abbondanza.
    Comunque,sono disponibile ad affrontare dei test fisici domenica mattina.
    Potremmo fare un bel giretto di monte Venere(10,1 km),penso che difficilmente se si presentassero tutti, arriverei dopo i primi 5.
    Baci.

  7. Waw, superbe billet, je vous remercie pour les conseils, et notez dans un 1er temps que je suis 100% d’accord. Permettez-moi d’insister, oui votre billet est sincèrement bien bon, etplus particulièrement pour les néophytes… NB : Bonne continuation et longue vie à votre site !

Lascia un commento