Il Match

CICRAM TOSTO, IL DERBY IN PAREGGIO

1-1 tra CICRAM e United, in un derby spigoloso ma corretto, dove la differenza la fa l’arbitro.

 

Nella stracittadina del girone B, per la prima volta dopo molti anni, finisce in pareggio con un gol per tempo. Un pareggio verosimilmente giusto per quello che si è visto in campo, anche se la decisione arbitrale di lasciare in 10 la CICRAM al 50’ per un fallo veniale, è pesante come un macigno. Di certo la CICRAM nelle decisioni arbitrali in questa prima parte di campionato non è fortunata, come domenica scorsa quando è costata la sconfitta e oggi quando la squadra si è trovata in vantaggio di un gol con i cugini sbilanciati in avanti alla ricerca del pareggio, sicuramente ha cambiato notevolmente le strategie offensive. In sostanza è stato un buon derby, corretto tra i giocatori in campo, un po’ meno dalla panchina della United soprattutto da parte del loro allenatore, che snobbando palesemente i ragazzi del presidente Piermattei è stato espulso dal direttore di gara. Forse non essere riuscito a battere la CICRAM facilmente come pensava non lo farà dormire questa notte. Nel primo tempo la partita ha visto una supremazia territoriale della United ma chi va sempre vicino al gol è la CICRAM che delle ripartenze fa la sua arma migliore. La CICRAM si presenta in attacco con il trio meraviglia Modanesi-Di Stefano-Olaru che sino ad oggi non era mai riuscito a schierare causa infortuni e tesseramenti. L’attacco rossoblù è in giornata soprattutto con il neo sposo Modanesi che alla mezz’ora va vicino al gol se non fosse per il difensore avversario che gli nega la gioia del gol salvando sulla linea quando già tutti esultavano al gol. La United è pericolosa solo da calci piazzati ma un superlativo Balletti è su tutte le palle aeree che passano dentro l’area di rigore. Al 35’ da un errato passaggio del nr.5 Modanesi ruba palla, si invola come un fulmine in aerea e appena dentro fa partire un destro rasoterra che si insacca all’angolino lontano dell’estremo difensore della United. 1-0. Nell’occasione del gol si infortuna Di Stefano che sente il riacutizzarsi dello stiramento di due settimane fa. Al suo posto Mattei. Nel finale punizione di Aramini deviata, si innesca un pallonetto per il portiere dello United, ma lo stesso devia sulla traversa. Il primo tempo finisce 1-0 per la CICRAM. La ripresa inizia con il tridente offensivo da parte della United che vuole immediatamente il pareggio, ma la CICRAM riesce a chiudere tutti i varchi e a ripartire velocemente con Olaru che come sempre è una spina nel fianco del suo marcatore. Al 50’ quando i Misters della CICRAM già stavano inserendo Scoppa per poter giocare maggiormente sulle fasce, D’Ambrosio commette un fallo veniale sulla trequarti. L’arbitro concede la punizione ma su committenza della United decide di ammonirlo. E’ il secondo giallo per lui e quindi espulsione. Ma in un derby di 3^ categoria quando di solito gli animi sono più che caldi, quando succede l’inverosimile, come si fa ad espellere un giocatore per un fallo di gioco normale e lasciare una squadra in 10 per tutto il secondo tempo. Anche in serie A si vedono derby dove si randellano a destra e sinistra e i direttori di gara pensarci su prima di espellere un giocatore; invece qui dove la correttezza la fa da padrone tu, arbitro mediocre e supponente, privi una squadra di giocarsi la sua partita e di vincerla magari. Lo stesso arbitro che la scorsa volta chiede l’ausilio dei Carabinieri, non si è mai saputo bene perché, per poter uscire dagli spogliatoi quando ormai fuori c’era rimasto solo il guardiano che aspettava lui per poter chiudere. Comunque la partita prosegue e chiaramente saltano i piani dei Misters della CICRAM. Pacelli è costretto a fare il terzino destro, mentre Baldini dal lato sinistro se la deve vedere sempre contro due uomini. La United forte della superiorità numerica inizia a spingere ma la CICRAM con super Balletti e un Di Mattia molto attento esce sempre fuori bene e cerca di servire gli avanti rossoblù che si dannano l’anima. A centrocampo i soli Aramini e Lacatus faticano non poco contro 4 avversari di ruolo ma comunque riescono a tamponare le triangolazioni dei cugini. La partita si fa concitata, la United inizia a reclamare e l’arbitro glielo permette. Molte le punizioni messe dentro l’area rossoblù, di cui alcune molto pericolose. Sembra che la CICRAM ce la faccia a resistere, invece al 70’ da un tiro da fuori Nocera non trattiene, arriva il nr. 9 che manda la palla sul palo; nell’azione si scontra con Nocera e nel cadere colpisce la palla che si infila in rete. 1-1. Ora la United ci crede veramente e si getta completamente nella metà campo della CICRAM. Ogni azione diventa un pericolo per la retroguardia rossoblù anche perché la CICRAM è un po’ sulle gambe. La voglia di vincere della United sembra maggiore rispetto alla resistenza della CICRAM. Modanesi da solo non può farcela contro una forte difesa, però qualche pallone giocabile lo ha ma la stanchezza e la poco lucidità non lo rendono micidiale come nella prima parte. Da un’azione propiziata dall’out destro, la United mette al centro un palla insidiosa che viene raccolta dal capitano Mariani che in girata tira ma il corpo di Di Mattia devia miracolosamente.  Ancora United da calcio piazzato crea pericoli in area ma sempre Balletti riesce a intercettare ogni palla aerea. Al 75’ dentro Galassi per Pacelli che si mette a tamponare le avanzate del forte terzino sinistro avversario, che a dire di molti è stato il migliore in campo. Al 85’ dentro Cercola per Aramini, ormai finito. Al 86’ recupera la palla Galassi sulla sinistra e lancia in contropiede sulla destra Mattei che davanti ha una prateria. Sembra il colpo del ko ma in area Mattei serve una palla troppo lunga per Modanesi che non riesce ad agganciare. La partita non è finita; infatti l’ultimo brivido è della United che con un tiro da fuori, lambisce il palo per un nulla di fatto. Finisce 1-1 il primo derby tra queste due compagini ronciglionesi. Un plauso ad entrambe le squadre per la sportività dimostrata e per il calcio espresso.

Sabato la CICRAM sarà di scena a Canino e qui si vedrà il vero volto di questa squadra, forte in casa un po’ meno in trasferta. Molte le assenze che già si annoverano per la prossima gara causa infortuni e squalifiche. Il Presidente Piermattei, che è apparso molto soddisfatto per quello che la squadra in tutto e per tutto è riuscita a dare, mercoledì si congratulerà con tutti i componenti della rosa e farà il punto della situazione. Avanti così!

Il Matchultima modifica: 2010-12-12T21:48:30+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Il Match

  1. il commento è perfetto,è chiaro che paghiamo un po’ di inesperienza,ma sul campo 11 contro 11 si è visto solo il cicram,loro hanno una bella squadra,ma la nostra non è da meno anzi con i tre la’ davanti siamo impressionanti e non lo dico io,ma le centinaia di persone che erano in tribuna compreso il loro presidente,l’unica nota negativa è il comportamento di orono mi ha dato molto fastidio,ma si sa’ lui non è di ronciglione ealla prima occasione mi capitera’ di dirgli che de pippe ce ne sono tante in giro non nel cicram…..

  2. Vorrei mettere un punto interrogativo sull’espulsione di D’Ambrosio.
    L’arbitro in un primo momento l’ha richiamato energicamente verbalmente,poi ha estratto il giallo.
    Spero che Checco non abbia reagito male al richiamo verbale…ricevendo in seguito il giallo.

    Gianluca nel secondo tempo decisamente il migliore.

Lascia un commento