Il Match

LA CICRAM CALA IL TRIS!

Batte 1-3 il Castel S. Elia, con doppietta di Olaru e gol di Mattei.

 

Formazione Cicram: Chiavaioli, Rotelli (65’ Venci), Baldini, Cristofori (69’ Marcucci), Rinchiusi, Cercola, Pacelli, Lacatus (80’ Totonelli), Olaru, Mattei(75’ Clementi,) Aramini. Clementi. All. Di Stefano. 

 

Reti: 45’ Giovanale (Castel S. Elia)

46’ Olaru.

       55’ OLaru rig.

       70’ Mattei.

 

La CICRAM Ronciglione esce vittoriosa per 1-3 dalla trasferta di Castel S. Elia trovando la terza vittoria consecutiva, rimanendo a punteggio pieno in testa alla classifica. Partita dai due volti, o meglio CICRAM dalla doppia faccia: primo tempo irriconoscibile, secondo tempo tosta e spavalda. Una partita che sembrava compromessa dopo il gol subito al 1° minuto di recupero della prima frazione, dove gli undici ronciglionesi scesi in campo erano dei veri fantasmi. Ma come ferita nell’animo e nell’orgoglio, subito dopo il gol, la CICRAM sembra cambiare faccia e magicamente si trasforma. Un cambio di passo che è difficile da spiegare ma che permette ai ragazzi di Mister Di Stefano di guidare il Girone A a punteggio pieno.

1° Tempo: la gara inizia con le due squadre che si scrutano ma non affondano il colpo. Dopo i primi venti minuti di pura sonnolenza, il Castel S. Elia ci prova alzando il baricentro con bei fraseggi che il suo capitano orchestra benissimo. Al 30’ bella discesa del nr.10 Massaccesi locale che dopo una discesa sull’out di sinistra mette al centro dove il nr.7 Pellegrini si divora un gol già fatto. La CICRAM ancora non è pervenuta e solo Olaru cerca qualche scorribanda nel buio. Per completare  l’orribile frazione, nel momento che il direttore di gara segnala i 3 minuti di recupero, il n.9 locale Giovanale sembra Zidane e dopo essersi dribblato in area tre difensori ronciglionesi, batte Chiavaioli con un rasoterra angolato. Subito la CICRAM cambia registro e si getta in avanti. Cercola, appena entrato in area, dribbla il suo marcatore, il quale lo stende inesorabilmente. Per l’arbitro si è tuffato. Finisce il primo 1-0.

2° tempo: entra in campo la vera CICRAM Ronciglione, forte, spavalda che sa il fatto suo. 1° minuto di gioco, Lacatus sfonda dalla parte destra va sul fondo, mette in mezzo per Olaru che anticipa il suo marcatore sul primo palo siglando il pareggio. 1-1. La CICRAM Ronciglione prende le redini del gioco grazie al vecchio leone Aramini, che davanti alla propria difesa crea un muro imperforabile. Mattei trova la sua posizione e diventa una delizia vederlo giocare. Al 55’ traversone dalla destra per Cercola che di prima intenzione tira ma un difensore blocca con il braccio, la palla arriva a Pacelli che tira ma altra parata del difensore, infine lo stesso Pacelli viene atterrato. Questa volta l’indeciso direttore di gara decreta il rigore. Olaru sul dischetto: gol. 1-2. La CICRAM ora è sorniona e mette in campo quello che non ha fatto nella prima parte. Lacatus è indemoniato e sta su tutte le palle mentre Pacelli forse da questo momento da l’inizio del suo campionato. Al 60’ grande spizzata di testa di Mattei che manda Olaru in porta per la tripletta ma è bravo l’estremo difensore locale a parare. Al 65’ punizione per atterramento di Mattei al limite dell’area. Da buona posizione batte Rotelli ma calcia fuori. Purtroppo lo stesso Rotelli si infortuna al momento del tiro. Al suo posto entra Venci che si mette subito in mostra con belle giocate. Al 69’ fuori Cristofori per Marcucci. Al 70’ la CICRAM chiude la partita. Olaru tutto defilato sulla trequarti sinistra del Castel S. Elia riceve palla, e serve un assist al bacio per Mattei che appena dentro l’area batte a mezza altezza il portiere. Splendido gol. 1-3. La CICRAM ha in mano la gara e non subisce nulla, tranne una rasoiata pericolosa dal limite che l’ottimo Chiavaioli blocca a terra senza problemi. Al 75’ fuori Mattei esausto per Clementi che debutta in campionato. Al 80’ Di Stefano sostituisce Lacatus dando la gioia del debutto anche per Totonelli. Negli ultimi minuti il Castel S. Elia cerca di accorciare le distanze ma senza riuscirci. Al 94’ l’arbitro decreta la fine delle ostilità. CICRAM batte Castel S. Elia 3-1.  

Importante vittoria per la CICRAM ma il primo tempo deve e dovrà far riflettere. Squadra dai due volti e nel futuro non sarà facile poi rimontare uno svantaggio con una prestazione simile. La squadra c’è ma ha bisogno di quell’autostima e fiducia che a qualcuno ancora manca. E’ lampante la trasformazione di molti solo dopo il pareggio, ma già allo svantaggio si è avuto l’impressione di questo. Ci vorrebbe più equilibrio da parte di tutti sia per chi sta in campo e sia per chi sta fuori. Non si è dei brocchi prima e non si è dei fuoriclasse dopo. L’equilibrio e la modestia sono le armi che ti fanno vincere le partite e i campionati. Capiamo questo innanzitutto. La strada è ancora lunga.

Il Matchultima modifica: 2011-10-30T10:06:33+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Il Match

Lascia un commento