Il Match

FICG – 3^cat. girone A

14^ Giornata 21/01/2012

 

PAZZESCA CICRAM!

Senza 8 squalificati, in forte emergenza per altre defezioni, espugna Corchiano con una rete incredibile di Bastianelli.

 

Formazione Cicram: Soviero, Rotelli, Cercola, Di Stefano, Marcucci Aramini, Samà (50’ Scoppa), Sangiorgi, Tanturli (85’ Clementi) Mattei (60’ Bastianelli), Olaru. A disp: Totonelli, Mengoni – All. Di Stefano.

 

Marcatori: 75’ Bastianelli.

 

In quella che poteva essere una sconfitta scontata, viste le squalifiche, viste le assenze dell’ultima ora, e soprattutto viste le ultime tre trasferte che hanno avuto come epilogo altrettante sconfitte, la CICRAM Ronciglione tira fuori carattere, grinta e compattezza, espugnando il campo di Corchiano con un secco 0-1, distaccando di 4 punti gli avversari in classifica. Non è bastata la mannaia del giudice sportivo per mettere in gioco questa squadra che oggi più che mai ci crede, sa quello che vuole: Vincere. Come lo scorso anno, quando venne espugnato il campo della Real Gradolese, che poi non perse più, in forte emergenza, sotto un nubifragio, oggi è stata fatta di nuovo un‘impresa che prende delle posizioni importantissime soprattutto in funzione del calendario e della classifica. Gli inseguitori, soprattutto quelli di Oriolo, si aspettavano la vittoria della Virtus Corchiano, un passo falso degli uomini di Di Stefano, che si presentavano con una formazione inedita con giocatori reinventati in difesa e a centrocampo, ma con un cuore una sagacia tattica e un attaccamento alla maglia fuori dal normale. Queste è una partite che a lungo verrà ricordata, dove l’adrenalina scende a fiumi, dove dopo un palo colpito clamorosamente da Olaru nel primo tempo con la sfera che cammina a un metro dalla linea bianca, una traversa colpita su calcio di punizione da uno strepitoso Sangiorgi, si pensa di non vincerla più, perché le gambe sono colme di acido lattico che non ti permette più di fare quel passaggio preciso oppure di tirare in porta. Invece a 15 min dal termine, si alza un campanile sulla trequarti, Bastianelli, reduce da febbre alta e imbottito di antinfluenzale, sfodera dai 35 metri un tiro al volo che si insacca con una parabola discendente alle spalle dell’ottimo portiere corchianese. 0-1. Eurogol di Bastianelli, genio e sregolatezza della Cicram Ronciglione, il Gascoigne italiano. Una gioia incontenibile per i ronciglionesi che finalmente hanno mostrato anche fuori casa che la vetta della classifica è meritata. Un Mister Di Stefano che torna a casa non solo soddisfatto per la vittoria e chiaramente per il titolo di campione d’inverno a portata di mano, ma anche per aver disputato un’ottima partita da centrocampista centrale, mentre di solito è abituato ad aggirarsi nei pressi dell’area di rigore avversaria. Un Di Stefano concentrato già dal lunedì, che ha creduto in questa impresa perché, come dice sempre, le partite vanno sempre giocate, ma che nel corso della settimana vedeva la sua potenziale formazione pian piano sgretolarsi per il forfait di quello e di quell’altro. Senza tutta la difesa sino ad oggi quasi sempre schierata, si è affidato al vecchio capitano Aramini Sesto, dandogli le redini della retroguardia rossoblù e lui come sempre ha risposto alla grande uscendo, si acciaccato, ma vincitore. Con lui un Rotelli che ha tenuto duro sino alla fine dopo aver subito un infortunio muscolare nella prima frazione, un Marcucci alla stessa stregua del laziale Andrè Dias, che ha fatto valere la sua grandezza fisica lottando su tutto e su tutti, e un Cercola terzino destro, mai visto prima d’ora, timido all’inizio, ma un leone nella seconda parte, anticipando ogni avversario e ripartendo come solo lui sa fare. Tra i pali l’altro pazzo della banda, Soviero, che è apparso sempre attento, dando sicurezza a tutto il reparto, anche quando nel secondo tempo i locali si facevano insidiosi con dei traversoni in area. A centrocampo Sangiorgi, padrone del zona mediana, incredibile una sua progressione nel primo tempo e grande una sua punizione che si stampa sulla traversa, Mattei, anch’egli sacrificato in posizione diversa dal solito ma sempre importante tecnicamente, sostituito da Bastianelli, eroe di giornata,  Samà che regge bene l’esordio dal primo minuto, non facile in una gara di questo tipo, e Scoppa subentrato ad inizio ripresa, che con la sua velocità e capacità ad incunearsi, ha fratturato spesso la linea difensiva avversaria. In attacco un Tanturli imponente, ruvido, scontroso, forte, poderoso, che ha sportellato con i 4 difensori dal 1° all’85° quando ha lasciato il posto a Clementi, esempio di serietà e intelligenza. Infine Olaru, come sempre magnifico, un velocista puro, un grande attaccante, il capocannoniere del campionato, che solo il palo interno gli ha negato la rete con un fantastico lob al portiere. In panchina, il vice Mengoni, il ds Brandelli, il team manager Balzani, vero portafortuna, con lui in panchina la CICRAM ha sempre vinto, e Totonelli, che a fine gara era sfinito pur non avendo giocato, sono stati gli artefici di questa importante vittoria, assieme al resto della squadra che in tribuna soffriva costantemente ma che al momento del gol di Bastianelli si è stretta tutta assieme dimostrando la vera forza della capolista.

Gran bella partita da ambedue le parti, con un avversario, la Virtus, molto forte ma anche molto sportiva, con un pubblico educato ed onesto, che ha battuto le mani al termine della gara. Sportività in campo e fuori. Onori agli amici di Corchiano!

Il Matchultima modifica: 2012-01-21T19:22:09+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Il Match

Lascia un commento