Il Match

FICG – 3^cat. girone A

28^ Giornata 19/05/2012

 

APPLAUSI PER TUTTI!

La CICRAM sconfigge la Virtus Corchiano 7-1, rimasta in 9 uomini per protagonismo dell’arbitro a metà primo tempo.

E’ stato un grande campionato!   

 

Formazione Cicram: Chiavaioli, Rotelli, Mengoni, Lacatus (60’ Sangiorgi), Andreoli (65’ Marcucci), Cristofori, Pacelli, Di Stefano  Samà (70’ Tanturli) Cercola (68’ Scoppa), Olaru (58’ Clementi). A disp.:  Baldini.  All. Di Stefano. 

 

Marcatori: 21’ Rotelli, 25’ Samà, 48’ Olaru, 72’ – 76’ Tanturli, 80’ Virtus Corch.(rig.) 84’ Mengoni (rig.) 85’ Scoppa.

 

Ultima partita casalinga per la CICRAM di questo meraviglioso campionato coronato con un bel successo sugli amici della Virtus Corchiano, che hanno condiviso la festa finale. Nonostante il gemellaggio, punteggio molto pesante quello inflitto ai corchianesi, figlio di un arbitraggio a dir poco insufficiente, che ha lasciato in 9 la squadra ospite per due espulsioni al 30’ per proteste. La calma dimostrata dalla Virtus nell’occasione della doppia espulsione, avvenuta nel giro di 15 secondi, è stata da insegnamento.

Premesso questo, la CICRAM nuovamente ha dimostrato, nonostante il largo turn-over che Mister Di Stefano ha effettuato in questa occasione, di meritare la posizione di classifica, i 62 punti, le 20 vittorie e tanto altro. La gara inizia con un equilibrio sostanziale  con un’occasione divorata clamorosamente da Samà al 12’ e un fuorigioco dubbio fischiato alla Virtus in piena area al 15’. Al 21’ si spezza l’equilibrio grazie ad una punizione di Rotelli che si insacca sotto la traversa.1-0. Terza marcatura per il difensore rossoblù. Dopo pochi minuti azione avvolgente di Olaru che dalla fascia destra fa partire un cross lungo dove sul secondo palo è ben appostato Samà che sciaccia di testa ed insacca in rete. 2-0. Al 30’ lo show dell’arbitro che estrae ben due rossi ai corchianesi lasciandoli in 9. In questo istante finisce la partita vera. Finisce la prima parte sul punteggio di 2-0.

La ripresa si apre con Olaru che vuole allungare in classifica marcatori e ci riesce al 48’ dopo l’ennesima percussione sulla sinistra insacca con un rasoterra. 3-0. Potrebbe già finire e non voler infierire in una partita oramai senza senso. Ma la voglia dei nuovi entrati la dicono lunga sulla voglia di vincere che ha questa squadra, soprattutto Tanturli che non segnava da tre mesi, realizza una doppietta con due splendide reti. Al 80’ l’arbitro decreta un rigore per la Virtus che accorcia le distante. Nel finale c’è anche gloria per Mengoni, il vice di Di Stefano al suo debutto in campionato dal primo minuto. Incredibilmente come lo scorso anno all’ultima partita casalinga, anche questa volta viene decretato un rigore per la CICRAM. Sul dischetto come lo scorso anno va Mengoni. Il folto pubblico è tutto per lui. Ma questa volta lui non sbaglia ed insacca il suo sinistro all’angolino basso dell’estremo difensore. 6-1. Grande gioia per Riccardo Mengoni, uno degli artefici di quest’annata, un perno insostituibile di questa Società. Nel finale anche Scoppa si vuole aggiungere al tabellino dei marcatori e con un rasoterra insacca a tu per tu con il portiere. 7-1. La partita termina al 90’ fra gli applausi dei molti accorsi. CICRAM e Virtus escono abbracciate per il grande campionato che hanno disputato.

La CICRAM saluta il suo pubblico dando appuntamento al 30 settembre per l’inizio della nuova stagione. Ancora una flebile speranza scorre nei pensieri dei ronciglionesi per la vittoria al titolo, ma solo l’Oriolo può perdere questo campionato. Se finirà come si prospetta sarà secondo posto ad un solo punto dalla capolista. I rammarichi aumentano, magari per non aver vinto l’unica gara pareggiata in casa con il Castel S.Elia, oppure non aver fatto meglio a Tarquinia in vantaggio sino al 50’ o ad Oriolo stesso. Comunque vada è stato fatto il massimo e questa società è fiera di tutti i suoi componenti, allo stesso modo tutti indispensabili, e la formazione di quest’oggi ne è la riprova. Un grande Mister,Alessio Di Stefano, che avrà un futuro roseo d’innanzi, è stato il locomotore di questa cavalcata, dove ha sempre creduto in quello che faceva ma soprattutto ha sempre creduto in tutti i suoi compagni. La CICRAM aspetta con trepidazione l’Oriolo. Anche se sarà secondo posto… sarà stato un successo.

Il Matchultima modifica: 2012-05-20T11:04:56+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il Match

Lascia un commento